Hai un'agenzia viaggi e vuoi veder pubblicate su Internet le tue offerte? Oppure lavori nel campo del turismo e hai un'attivita' da pubblicizzare? TUTTO QUESTO OVVIAMENTE GRATIS?

www.viaggiareblog.com E' IL POSTO GIUSTO PER TE.

Inviaci una mail a:
info@viaggiareblog.com
vedrai pubblicato un post su di te.



Il governo giapponese ha messo in guardia dai rischi di un processo di fusione nei reattori 1 e 3 della centrale Fukushima 1. Nel sito della centrale il limite legale di radioattività è stato superato, anche se secondo la Tokyo Electric Power Company non c’è un’immediata minaccia per la salute umana. Sale di ora in ora, intanto, il bilancio del cataclisma, e la polizia stima che ci siano almeno 10mila morti nella sola prefettura di Miyagi.

Le notizie in tempo reale

18.13 – Tokai, riprende raffreddamento impianto
Il sistema di raffreddamento del reattore n.2 della centrale nucleare di Tokai è in funzione secondo la Japan Atomic Power, che gestisce l’impianto. La Jpa ha precisato che due dei tre generatori usati per il raffreddamento sono in avaria ma che il terzo è in funzione.

17.15 – Bloccato impianto reattore Tokai
L’impianto di raffreddamento della centrale nucleare di Tokai, nella prefettura di Ibaraki (a 120 chilometri da Tokyo), si è bloccato. Lo riferisce il comando dei vigili del fuoco, citati dall’agenzia Kyodo.

17.01 – Usa sconsigliano viaggi
Il Dipartimento di Stato Usa sconsiglia i viaggi in Giappone, a meno che non siano assolutamente indispensabili, come indica un “Travel Alert” pubblicano sul sito web.

16.51 – Polizia: “Oltre 3mila morti e dispersi”
Le vittime e i dispersi hanno superato nel complesso quota 3.000. Lo dice la polizia nazionale citata dall’agenzia Kyodo.

15.10 – Boj: “Sosterremo i mercati”
La Bank of Japan (BoJ) darà il suo sostegno nella difficile prova della riapertura dei mercati. Lo afferma il governatore, Masaaki Shirakawa, aggiungendo che ”la liquidità sarà assicurata”.

15.03 – Aiea: “Emergenza in altra centrale”
E’ stato decretato lo stato d’emergenza in una seconda centrale nucleare in Giappone, colpita dal terremoto. Lo ha reso noto l’Aiea (Agenzia internazionale dell’energia atomica).

14.57 – Fumo anche da centrale Miyagi
L’uscita di fumo è stata anche segnalata da un’altra centrale nucleare della prefettura di Miyagi. Lo riferisce la tv pubblica, la Nhk.

14.19 – Si raffredderà anche terzo reattore
Si utilizzerà acqua di mare per il raffreddamento di un terzo reattore di Fukushima I. Lo ha riferito la Jiji press citando la Tepco.

13.20 – Governo: “Problema reattore resta critico”
”Stiamo verificando lo stato delle barre del combustibile del reattore n.3”’. Lo ha detto il portavoce del governo, Yukio Edano, precisando che ”l’acqua nel reattore tende a non salire. La situazione resta critica”.

13.01 – Premier: “Da domani elettricità razionata”
Da domani il Giappone razionerà l’erogazione di energia elettrica. Lo ha comunicato primo ministro Naoto Kan.

12.49 – Premier: “Non sarà un’altra Cernobyl”
Il premier giapponese Naoto Kan ha affermato che ”non ci sarà un’altra Cernobyl”, in riferimento ai timori su un’emergenza nucleare come conseguenza dei danni causati dal terremoto.

12.36 – Ambasciata Francia invita a lasciare Tokyo
L’ambasciata di Francia a Tokyo invita i propri cittadini a lasciare Tokyo e la sua regione, per i rischi collegati al terremoto, incluso ”il rischio di contaminazione”.

12.12 – Attese nuove scosse e allerte tsunami
Il Giappone deve attendersi nei prossimi giorni forti scosse di assestamento e nuove allerte tsunami, secondo l’Agenzia meteorologica giapponese. Il portavoce Takashi Yokota ha affermato che sono possibili scosse fino al grado 7 della scala Richter e che sono possibili nuovi tsunami.

12.03 – Premier: “Momento più difficile nel Dopoguerra”
“E’ il momento più difficile dalla fine della Seconda guerra mondiale: chiedo a tutti la massima unità”. E’ l’appello lanciato dal premier giapponese Naoto Kan, parlando alla Nazione.

11.51 – Papa: “Prego per le vittime”
Benedetto XVI, subito dopo l’Angelus, ha espresso ”forte impressione” per le notizie e le immagini sul ”tragico terremoto” e il conseguente tsunami in Giappone. Ha anche pregato per le vittime e per i loro familiari, incoraggiando i soccorritori e rinnovando la sua ”spirituale vicinanza” alla popolazioni del Paese ”che con dignità e coraggio sta facendo fronte alle conseguenze di tali calamità”.

11.46 – Premier: “Sisma causerà la peggiore crisi in 65 anni”
Il devastante sisma che ha colpito due giorni fa potrebbe provocare la più profonda crisi degli ultimi 65 anni per il Giappone. L’ha affermato, con tono particolarmente grave il primo ministro Naoto Kan in una conferenza stampa trasmessa dalla televisione pubblica Nhk.

11.35 – Danni a barre combustibile reattore
Le barre di combustibile al reattore n.3 di Fukushima hanno subito danni. I tentativi di evitarlo, ha riferito il ministro dell’Economia e dell’Industria nipponico, “non hanno avuto effetti”.

10.45 – Rimosso allerta tsunami
L’Agenzia meteorologica giapponese ha appena rimosso anche l’allerta tsunami. A due giorni, dal terremoto di magnitudo 9, le acque del Pacifico lungo la costa nordorientale del Giappone non fanno più paura. L’allerta equivale a onde non superiori al mezzo metro di altezza.

10.20 – Stranieri via da Tokyo
L’allarme sulla tenuta del reattore 3 della centrale nucleare di Fukushima, in aggiunta a quello sul reattore 1, sta spingendo molti stranieri a pianificare la partenza da Tokyo e dalle aree limitrofe. “Non siamo al panico, ma c’è molta apprensione”, spiega un manager di una multinazionale.

09.40 – In corso i test per le radiazioni sulla popolazione
Circa 1.500 persone sono state visitate nel centro di evacuazione di Koriyama, a 60 chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima, per testare il livello di esposizione alle radiazioni. “Prima ero preoccupato per il terremoto, ora per le radiazioni – ha raccontato Kenji Koshiba, operaio edile -. Vivo vicino alla centrale, quindi sono venuto qui per controllare se è tutto a posto. Il risultato del test è negativo, ma non so cosa fare adesso”.

08.16 – Stimati almeno 10mila morti
Sono oltre 10mila i morti stimati nella sola prefettura di Miyagi, una delle più colpite dal terremoto-tsunami di venerdì. Lo riferisce la tv pubblica, la Nhk, citando fonti della polizia. Intanto il governo, per bocca del ministro dell’Economia e Industria, Banri Kaieda, ha annunciato una possibile interruzione dell’erogazione dell’elettricità, a partire dall’area di Tokyo, a causa dello stop degli impianti nucleari.

07.35 – I morti sono 1.600
E’ di quasi 1.600 morti l’ultimo bilancio del terremoto. Le persone disperse sono ufficialmente 642, ma l’agenzia Kyodo parla di 1.167 persone delle quali non si hanno più notizie.

07.27 – Un morto e 11 feriti nelle centrali
E’ di un tecnico morto e altri undici feriti il bilancio degli incidenti nelle due centrali nucleari di Fukushima. Nell’impianto atomico Fukushima 2 un incidente a una gru ha causato la morte di un tecnico, lasciando ferite altre quattro persone. Nel sito gemello Fukushima 1, alle prese con gravi problemi di raffreddamento, l’esplosione di ieri pomeriggio ha invece causato il ferimento di sette tecnici. Secondo l’Aiea le autorità giapponesi hanno ordinato l’evacuazione di 140mila residenti nell’area della centrale: di questi 30mila abitavano nel raggio di 10 chilometri dal sito, e 110mila nel raggio di 20 chilometri.

06.34 – Magnitudo rivista a 9 gradi Richter
L’agenzia meteorologica giapponese ha rivisto la magnitudo del terremoto che ha colpito il Sol Levante a 9 gradi Richter contro la precedente stima di 8.8 (mentre era di 8.9 secondo l’agenzia statunitense Usgs). L’agenzia nipponica ha aggiunto che si è trattato di una scossa sismica tra le più potenti mai registrate in tutto il mondo.

04.53 – Trovati 200 cadaveri a Higashimatsushima
Oltre 200 corpi sono stati trovati nella località costiera di Higashimatsushima, nella prefettura di Miyagi

04.19 – Fuoriuscita di radiazioni a Fukushima
Dal reattore 3 della centrale giapponese di Fukushima 1, nel nord est del Giappone, sarebbero fuoriuscite radiazioni, mentre il livello dell’acqua si è abbassato scoprendo le barre di combustibile atomico per un’altezza di tre metri. Lo hanno annunciato il governo e l’operatore della centrale, Tepco.

03.32 – I dispersi sono 1.167 solo a Fukushima
Sono 1.167 le persone che risultano disperse nella sola prefettura di Fukushima, vicina lal zona più colpita dal terremoto e dallo tsunami.

02.50 – Raddoppiato il numero di soldati impegnati nei soccorsi
Il numero dei soldati inviati per i soccorsi nelle regioni del Nord-Est del Giappone è stato raddoppiato da 50.000 a 100.000.

02.18 – Quasi 900 i morti
Il terremoto e lo tsunami hanno provocato quasi 900 morti. E’ l’ultimo bilancio provvisorio comunicato dalla polizia nazionale. Le autorità hanno confermato la morte di 688 persone alle quali si aggiungono “almeno 200-300 cadaveri accertati dalla polizia di Sendai, capitale della prefettura di Miyagi, colpita da onde alte 10 metri”. La polizia ha aggiunto che 642 persone risultano disperse e 1.570 sono rimaste feriti. Inoltre, da 300 a 400 cadaveri scoperti dall’esercito nel porto di Rikuzentakata (Nord-Est) non risultano ancora nel computo ufficiale.

01.14 – Fukushima, interventi su reattore 3

Un intervento per diminuire la pressione all’interno del reattore 3 della centrale giapponese di Fukushima Daiichi (la n. 1) dovrebbe essere effettuato a breve dopo i problemi insorti nel sistema di raffreddamento d’emergenza. Secondo la BBC online, gli operatori della centrale dovrebbero effettuare una emissione controllata di vapore radioattivo per impedire che il reattore si surriscaldi e che l’aumento della pressione possa portare alla fusione del nucleo.

Fonte:tgcom