Hai un'agenzia viaggi e vuoi veder pubblicate su Internet le tue offerte? Oppure lavori nel campo del turismo e hai un'attivita' da pubblicizzare? TUTTO QUESTO OVVIAMENTE GRATIS?

www.viaggiareblog.com E' IL POSTO GIUSTO PER TE.

Inviaci una mail a:
info@viaggiareblog.com
vedrai pubblicato un post su di te.



In Italia ci sono ben 2.500 tra villaggi turistici e camping che per quest’estate hanno avuto un flusso di presenze e di arrivi che ha battuto le previsioni e che ha spazzato via i timori di una stagione difficile per le imprese del settore; nella stagione estiva, infatti, c’è stato un incremento delle presenze del 3% e degli arrivi del 2%.I dati, comunicati dai titolari d’impresa aderenti alla Faita FederCamping, l’associazione di categoria che rappresenta buona parte dei villaggi turistici e dei camping in Italia, parlano per ogni ospite presente nelle strutture ricettive di una permanenza media pari a 8,2 giorni che, vista la congiuntura, rappresentano un buon risultato.

Per le imprese del comparto, il business del turismo all’aria aperta è stato sostenuto sia dalle buone condizioni meteo, sia dalle prenotazioni dell’ultimo minuto e dal buon afflusso di turisti provenienti dalla Germania; dati positivi per gli arrivi sono stati registrati anche per i turisti provenienti da Paesi come l’Austria, l’Olanda e la Svizzera.

A livello territoriale, è il Nord Italia l’area dove c’è stata una elevata domanda di turismo all’aria aperta, con una performance di +10% per la Lombardia con a ruota il Trentino Alto Adige e la Toscana, entrambe con un +5%, e la Regione Veneto con un +3%. Pollice verso invece per la Sicilia, dove il calo degli arrivi e delle presenze è stato del 12%, ma nel complesso al Centro-Sud le presenze e gli arrivi si sono attestati sugli stessi livelli dello scorso anno.

Fonte:http://www.vostrisoldi.it/articolo/vacanze-in-campeggio-buoni-dati-per-il-turismo-all-aria-aperta/18109/